Omofobia violenta. Quando finirà tutto ciò?


Non c'è via d'uscita. Solo una legge contro i "crimini d'odio", come c'è in altri più civili paesi del mondo potrà fermare l'omofobia violenta. Il caso di Guido Allegrezza, attivista gay aggredito a sassate da un gruppo di ragazzi a pochi giorni dal Pride Romano è significativa. Per ogni caso denunciato che finisce sui media, ce ne sono decine ogni mese che non vengono denunciati per paura dalle stesse vittime.
Vogliamo porre fine a tutto questo una volta per tutte?
----------------------

Roma, attivista per i diritti gay aggredito con pietre all'Eur da 4 persone

Lo denuncia il Coordinamento gay 'Arcobaleno'. Altre due aggressioni sono state denunciate dalle associazioni gay: ad una transessuale ad Ardea e una coppia di ragazze lesbiche.
Venerdì 15 Giugno 2012

Roma - (Ansa) - "Guido Allegrezza, attivista gay romano e' stato vittima di un'aggressione da parte di 4 ragazzi tra i 25 e i 30 anni la scorsa notte all'Eur in una zona frequentata da gay. Gli sono state scagliate contro pietre che gli hanno procurato ferite alla testa, frattura delle costole e varie contusioni con una prognosi di 30 giorni". Lo denuncia il Coordinamento gay 'Arcobaleno'. Altre due aggressioni sono state denunciate dalle associazioni gay: ad una transessuale ad Ardea e una coppia di ragazze lesbiche a Velletri.


Roma - (TMNews) - I movimenti lgbt hanno denunciato l'aggressione di un attivista gay a Roma: colpito da pietre lanciate da quattro ragazzi. Lo ha riferito in una nota il Coordinamento Arcobaleno, composto da Arcigay Roma, Arcilesbica Roma, Azione Trans, Di' Gay Project, Gay Center e Gay Lib. La vittima è Guido Allegrezza, attivista gay romano, aggredito - ha spiegato il coordinamento - da quattro ragazzi tra i 25 e i 30 anni la scorsa notte nel quartiere Eur, in una zona abitualmente frequentata da gay: "Gli hanno scagliato contro pietre che gli hanno procurato ferite alla testa, la frattura delle costole e varie contusioni".

La prognosi è di 30 giorni e l'aggressione è stata segnalata all'Oscad, l'osservatorio contro le discriminazioni della polizia e dei carabinieri. Allegrezza è impegnato in questi giorni nell'organizzazione della Settimana della Cultura Arcobaleno che culminerà il 22 giugno con la manifestazione concerto a piazza Farnese.

"L'aggressione chiaramente omofoba si aggiunge a quelle denunciate in questi giorni e sta suscitando allarme e sconcerto in tutta la comunità gay romana", ha sottolineato il coordinamento, che lancia un appello: "Chiediamo pene esemplari per gli aggressori dopo gli episodi di questi giorni e ribadiamo la necessità di una legge contro l'omofobia: le istituzioni si facciano portatrici di questo messaggio al Parlamento". "Ad Allegrezza - hanno concluso le associazioni lgbt - va tutta la nostra solidarietà e l'impegno affinché le manifestazioni in corso saranno ancor di più un momento per una reazione di tutti alla violenza omofoba".

La Lega Nord cambia leader ma rimane sempre omofoba e razzista

Non sono bastati gli scandali interni e la batosta elettorale alla Lega Nord per fare pulizia anche del becerume, si continua ancora sulla strada dell'omofobia e del razzismo.

Polledri (Lega): peggio di una figlia lesbica solo un genero marocchino Lo ha affermato il parlamentare leghista Massimo Polledri, psichiatra, ospite a Radio 24 della 'Zanzara' "L'omosessualità - ha detto - è una condizione di infelicità che può essere reversibile" Roma - "Se i miei figli fossero gay non sarei contento sarebbe come se mia figlia mi dicesse 'mi faccio suora' o 'mi sposo con un marocchino'. Anzi, questo sarebbe uno dei peggiori casi che possano capitare". Lo ha affermato il parlamentare leghista Massimo Polledri, psichiatra, ospite su Radio 24 alla 'Zanzara' "L'omosessualità - ha detto- è una condizione di infelicità che può essere reversibile. E' una situazione di identita' sessuale distonica. Non e' una malattia ma in quella situazione si può stare male e qualcuno si rivolge a uno psicologo: tre su dieci poi sono stati meglio, ne traggono beneficio". Di contro, Polledri ha tessuto l'elogio dei Family day di Milano conclusi dalla visita di Papa Benedetto XVI alla cui messa si è presentato inatteso anche Umberto Bossi. "La famiglia - ha sottolineato Polledri- è la cellula fondamentale della società e, come ha ricordato il Cardinale Scola, la prima ed insostituibile 'scuola' di comunione. La partecipazione della gente all'evento di Milano è stata incredibile, commovente. Per 3 giorni le famiglie si sono strette al Santo Padre in un tutt'uno inscindibile". E "il Papa, con la sua mitezza, ha spazzato via gli attacchi e i veleni dell'ultimo periodo dando una grande dimostrazione di come la Chiesa si ricompatti nei momenti di difficoltà. Ai pochi che intendono minare le fondamenta della Chiesa hanno risposto gli 80 mila di San Siro".



Fonte: Polledri--Lega--peggio-di- una-figlia-lesbica-solo-un-genero-marocchino
Pubblicato da Zeno Menegazzi
La sede di Arcigay Pianeta Urano (VR) e Arcilesbica (VR) si trova in presso il MILK VERONA LGBT COMMUNITY CENTER in Via A. Nichesola, 9 - Verona( San Michele ) - INFO: 346.9790553 (Arcigay) 349.3134852 (Arcilesbica) info@arcigayverona.org OPP. verona@arcilesbica.it per avere informazioni iscriviti alla MAILINGLIST oppure scrivi alla mail: stopomofobia@arcigayverona.org